Luca Tacconi ha studiato al CSM College

Luca Tacconi

Proprietario studio Sotto il Mare

Luca Tacconi, Sotto il Mare

Gli studi coprono una superficie di 350 mq e mettono a disposizione fino a 5 sale di ripresa con differenti sonorità: dalla Iso Booth di 4mq alla Live Room di 70mq alta 6mt + due regie di 14mq e 30mq.

La regia principale di 30mq è lineare nella risposta in frequenza conforme agli standard Audio Engineering Society +/- 3dB (progettata da Marco Fringuellino) ed è cablata per registrazioni analogiche e/o digitali.

MCI JH 556c - 56ch inline console con trasformatori microfonici Jensen, completamente restaurata e con molti upgrade e customizzazioni, Studer A80 MKII 24ch tape machine (MK III heads) calibrata prima di ogni sessione, ProTools HD2 Accel su MacPro 24in / 32out, outboard analogico, B&W 805s main monitors.

Intervista

Q: Perché, al tempo, hai scelto di seguire un corso BTEC?

Ho scelto di seguire un corso BTEC perché mi ha dato da subito un’idea di completezza nel prendere in considerazione tutti i possibili sbocchi in ambiente musicale e così è stato. Mi ha aiutato a capire quali erano i miei punti di forza.

Q: Cosa ti è rimasto del CSM College?

Mi è rimasto un ricordo positivo anche se non è stato facilissimo per me dedicarmi con pari interesse allo studio di tutte le materie.

Q: Cos’hai fatto una volta finito il corso?

Una volta finito il corso, anzi, durante il secondo anno per la verità, ho iniziato a rimboccarmi le maniche cercando lavoro e immaginando quale sarebbe stato il mio futuro. Con il senno di poi devo dire che l’ho immaginato con buona precisione anche se per certi versi la vita mi ha sorpreso in maniera ancora più positiva di quanto avrei potuto pensare.

Ricordo con molto piacere che, appena finito il corso, i responsabili della scuola mi hanno proposto un lavoro che per quattro anni mi ha aiutato ad avere un introito fisso (molto importante a livello emotivo per me) tramite Fondazione Exodus e questo mi ha dato modo di mettermi subito alla prova e di sentirmi sicuro allo stesso tempo.

Q: Di cosa ti occupi in questo momento, e che traguardi hai raggiunto?

Appena finito il corso ho iniziato a costruire uno studio di registrazione sotto casa dove ho iniziato subito a lavorare con band locali. Dal 2010 ho deciso di compiere un passo molto importante e coraggioso creando un nuovo studio, frutto costante di molti sacrifici economici e di vita. In questo studio (Sotto il Mare) ho raggiunto traguardi inimmaginabili per me, come lavorare per gli ultimi due album di Elisa, a stretto contatto con musicisti di calibro internazionale. Ne vado molto fiero, come vado fiero di tutti i lavori che seguo sei giorni su sette, mettendo a disposizione lo stesso impegno e dedizione in nome di un risultato. Credo che questo conti più di ogni altra cosa.

Finalmente posso dire che mi sento realizzato, sia professionalmente che nella vita privata e questo è un grande privilegio. Ma non solo: finalmente mi sveglio ogni mattina pensando che nonostante i traguardi raggiunti il bello debba ancora venire.

Luca Tacconi, Sotto il Mare